America America settentrionale Stati Uniti Viaggi

Big Sur: donne all’avventura.

on
07/02/2021

Correva l’anno 2012 e assieme a Gio e Ste prendeva via la nostra grande avventura lungo le strade di quattro stati americani: California, Nevada, Utah e Arizona. Oggi vi racconterò del nostro tratto Californiano che da San Francisco arriva a Santa Monica: il mio amato Big Sur. A bordo di una fantomatica Nissan Versa abbiamo percorso questo litorale che costeggia l’Oceano con lo spirito di ricerca che caratterizza ogni buon viaggiatore. Sulle note di Janis Joplin abbiamo cantato, urlato, pianto e sempre noi sopra tutti, con le note di “Piece of my heart”, “Call on me”, “Cry baby”, “Mercedes Benz” e tante altre sue canzoni come sottofondo alla nostra indimenticabile vacanza.

Quello che non ti aspetti lungo la strada del Big Sur!

E’ un addio agrodolce quello con la spettacolare San Francisco: acre perché la si sta lasciando, dolce perché il suo ricordo rimarrà impresso dentro ognuna di noi per sempre. Mentre questa suggestiva metropoli si fa sempre più piccola alle nostre spalle,lentamente i nostri occhi si iniziano a riempire della spettacolare vista della costa più bella degli Stati Uniti.  

Carmel by the sea!

Prima di addentrarci lungo il Big Sur, regione che parte da Carmel fino a San Simeon, decidiamo di trascorrere la notte a Carmel. Questa piccola cittadina ubicata vicino a Monterrey è una chicca che non si può tralasciare. Abbiamo preso in affitto un appartamento nel cuore del paese a pochi passi dall’Oceano: non perdetevi il tramonto, è un must! Sapevate che tra i sindaci di questo paese c’è stato anche Clint Eastwood ? Infatti tra l’86 e ‘89 è stato investito di questa carica.

E Big Sur sia..  

Al mattino ripartiamo, il nostro viaggio ci aspetta.  L’Oceano che si scaglia sulla Pacific Coast Highway è selvaggio come il territorio che lo accoglie, dopo le luci della città questo territorio ci riporta indietro: è atavico e risveglia sentimenti primordiali. Non mi stupisce che Henry Miller decise di fare di questo scorcio di terra la sua dimora. L’aria è piena degli umori salini del mare che riempiono le narici ma allo stesso tempo la magia e l’ incontaminata bellezza di questa terra riempie totalmente fino alle viscere. Trovate del tempo per leggere “Big Sur e le arance di Hieronymus Bosch” prima di partire per questo viaggio. Ho nominato Miller ma la letteratura americana si è arricchita anche grazie agli scritti di John Steinbeck nativo di Monterrey. 

Big Sur in un contesto moderno

Ormai le serie tv fanno parte della nostra quotidianità e allora quale tra le tante serie tv all’attivo ci fa pensare all’oceano pacifico? Per me è “Big little lies”. La sigla di apertura ci mostra Bixby, l’iconico ponte della Pacific Coast Highway, sulle note di “cold little heart” di Michael Kiwanuka. Se non l’avete ancora fatto guardatevi questa mini serie ne varrà la pena e non solo per il suo contenuto ma anche per la strepitosa colonna sonora. Ascoltate a tutto volume “Papa was a Rolling’ Stone” dei “The temptations” e avrete un’idea di cosa intendo con colonna sonora strepitosa.

Continua a scoprire altri angoli di mondo di mondo con me!

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

error: Content is protected !!