Escursioni Europa Italia

Capri, tesoro d’Italia

on
25/07/2021

Capri!

Visitare il golfo di Napoli e non raggiungere l’isola di Capri, è come andare a Napoli e non mangiare una pizza. Mentre sto affondando i miei denti in una fantastica margherita, nel preciso istante in cui le mie papille gustative intercettano un inebriante mix di mozzarella, pomodoro e pasta di pizza, decido che l’indomani avrei fatto scorrere gli occhi sull’isola di Capri. 

Come raggiungere l’isola di Capri

Subito dopo aver deciso per l’escursione ho prenotato online il biglietto per l’aliscafo, consiglio di prendere prima i biglietti soprattutto in agosto quando il flusso di turismo per l’isola è importante. Gli aliscafi da Napoli a Capri partono dal molo Beverello che si trova vicino al Maschio Angioino. Il viaggio dura circa 50 minuti, nei minuti che precedono lo sbarco lascio scivolare lo sguardo su queste rocce corrose dal tempo, in modo che questa fotografia si fissi lentamente dentro di me. 

Non dico mai di no a un dolce

Alla stessa stregua di Capri, anche il dolce napoletano per eccellenza l’ho sempre considerato “sopravvalutato” e per questo non l’avevo mai assaggiato. Quanto ci si può sbagliare nella vita se non si sperimenta prima di farsi un’idea. Il mio incontro con entrambi fu squisitamente perfetto! Prima di iniziare la scalinata che mi porterà nella “Piazzetta” decido di assaggiare il mio primo “Babà”, ed è stato amore a primo olfatto.

La Piazzetta

Da Marina Grande, punto di arrivo degli aliscafi ci sono varie opzioni per raggiungere la Piazzetta. Si può optare per una passeggiata di 20 minuti oppure prendere l’autobus che parte dal capolinea situato proprio alla destra del porto. Raggiungo a piedi piazza Umberto I, fulcro della vita di Capri, dove svariati caffè ubicati ai piedi di portici caratteristici sono i protagonisti indiscussi. Dalla Piazzetta si snodano vicoli acciottolati che nascondono negozi e ristoranti pronti per essere scoperti.

Capri “go with the flow”

Se come me si hanno a disposizione poche ore per visitare l’isola di Capri vi consiglio di lasciarvi guidare dall’istinto e raggiungere i punti che in qualche modo vi chiamano come le sirene attirano a sé i marinai. A dispetto del sole che dardeggia sulla mia pelle, il richiamo di una dolce melodia mi conduce prima ai “Giardini di Augusto” per poi condurmi al Belvedere del Cannone, da dove ho potuto ammirare la strepitosa vista sui faraglioni. Infine ho percorso il sentiero verso “l’Arco Naturale” e qui ho avuto la mia epifania! 

Nessun posto a Capri mi ha regalato le fortissime emozioni che ho provato davanti a questo capolavoro della natura. Mi sono seduta e mi sono lasciata cullare dalle immagini. E più ammiravo questo anfratto roccioso e più la mia anima si risvegliava. In questo paradiso terreno, ho realizzato che talvolta chiudere con qualcuno è l’unico modo per aprirsi a se stessi.

Sono Alessandra, ho i viaggi nel sangue e la musica dentro! Scopri altre parti del mondo assieme a me. Clicca qui! 

Playlist

Domani è un altro giorno Ornella Vanoni (Capri!)

Senza parole Vasco Rossi (Non dico mai di no a un dolce)

The final Cut Pink Floyd (la sirena che mi richiama all’Arco Naturale)

That I would be good Alanis Morissette (seduta davanti all’Arco Naturale)

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

error: Content is protected !!