lhavana-vieja
America centrale Cuba

Hasta Cuba siempre

on
25/10/2020

 

Sono passati nove anni dal mio viaggio a Cuba ma le esperienze vissute e le sensazioni sono più vive che mai nei miei ricordi. Collocata nell’esotica meta del Mar dei Caraibi e a poche centinaia di chilometri dalle coste statunitensi (per tanti cubani simbolo di libertà e mezzo di affermazione personale), questa isola non significa per me “sole, spiaggia e divertimento”!!!  I visi delle persone che incontro, le esperienze quotidiane e i luoghi percorsi mi raccontano la storia del XX secolo, dalla rivoluzione alla guerra fredda.

 

LA HABANA VIEJA

L’Avana Vecchia, dichiarata Patrimonio dell’UNESCO, è l’unica parte della città che ho il tempo di visitare. E’ un quartiere ricco di palazzi ed edifici storici, fra cui la Cattedrale del XVIII secolo, che mi fa sentire a casa, nella tipicità europea, quando nelle città ritrovi come punto di riferimento il centro da cui si è sviluppata l’area urbana. La bellezza decadente è preponderante in tutti gli ambienti e ci si abitua molto in fretta: è un tratto distintivo, una caratteristica che ti aspetti e che quasi cerchi in ogni dove.

lhavana-vieja-cattedrale

Cattedrale del XVIII secolo – L’Havana Vieja

 

lhavana-vieja

L’Havana Vieja – I bambini vanno a scuola – A Cuba vi è una delle più alte percentuali di alfabetizzazione al mondo!

 

IL MAUSOLEO 

A Santa Clara, quasi nel centro dell’isola, imponente nella sua architettura si trova il mausoleo dedicato a Ernesto “Che” Guevara (Museo Memorial al Che). La statua in bronzo alta quasi 7 metri credo non possa esprimere l'”altezza” dell’importanza di questo uomo nella storia del Novecento. Il “Che”, quello che alcuni portano inconsapevolmente sulla propria t-shirt, è il simbolo di tutte le rivoluzioni del Secondo dopoguerra, dell’antimperialismo, della lotta del debole verso lo sfruttatore.

Perché un mausoleo a Santa Clara? Qui nel 1958  le truppe rivoluzionarie del Che hanno vinto la battaglia che ha portato alla fuga del dittatore Fulgencio Batista e l’inizio per Cuba di una nuova era, con l’avvento della repubblica socialista del “lider maximo” Fidel Castro.

Nonostante questa architettura monumentale eccessivamente celebrativa, è assolutamente apprezzabile l’interno del mausoleo con molti reperti storici, fra cui gli scritti del Che e molte immagini assieme ai suoi fedeli compagni: si ripercorrono le tappe più significative della vita di Guevara e della rivoluzione cubana.

 

santa-clara-mausoleo-cheguevara

A Santa Clara il Mausoleo del “Che”

 

NATURA QUASI INCONTAMINATA

Il turismo di massa, a parte in alcune località famose come meta per il divertimento, non è diffuso e in effetti le varie destinazioni risultano “poco attrezzate” per accogliere i viaggiatori. Se da una parte questo può essere un aspetto negativo perché si cercano i comfort e i servizi più comuni, per un altro verso trovo che ciò abbia permesso che la natura di questi luoghi sia quasi incontaminata.

Le acque limpide e cristalline accarezzano spiagge semi vuote dove il tempo si dilata sempre più. Abituati ai ritmi frenetici delle località balneari più turistiche, alle continue sollecitazioni di suoni, rumori e di un “via vai” costante di persone, questo improvviso spazio vuoto può essere a volte spiazzante.

 

playa-rancho-luna

Playa Rancho Luna

 

Una delle escursioni organizzate sempre “fai da te” (con un taxi perché non vi sono mezzi pubblici con cui arrivare) mi ha portato a scoprire una parte molto esotica nel mezzo della catena montuosa che percorre le province di Cienfuegos e Villa Clara, il Gran Parque Natural Topes de Collantes. Qui mi sono immersa nel verde di aree dove si coltiva il caffè e dove vi sono delle passeggiate alla scoperta di una flora e percorsi d’acqua veramente incontaminati!

gran-parque-natural-topes-de-collantes

Natura incontaminata al Gran Parque Natural Topes de Collantes

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

error: Content is protected !!