Asia Nepal Viaggi

In Mustang alla ricerca di Nuovi Paesi, Nuove Scoperte!

on
09/05/2021

Non mi sono mai immaginata immersa in un viaggio zaino in spalla, pernottamento in tenda e ristori occasionali dopo giornate intere di trekking. Anche questa volta la mia parte selvaggia mi ha stupita: non solo è sopravvissuta ma si è goduta questa avventura oltre ogni immaginazione.Vesciche e dolori muscolari sono stati una costante per tutti i giorni trascorsi in queste brulle terre. Grazie alla compagnia di questi amici incredibili, (Annina, Maura e Ivan), le difficoltà sono state solo un disturbo marginale in un viaggio ricco di scoperte. 

Misticismo nepalese

Accompagnati da uno sherpa, ci siamo addentrati verso la vallata che porta ai villaggi di montagna nel distretto del Mustang, verso il confine tibetano del Nepal. In un paesaggio tra i più affascinanti della terra, dove fatica e misticismo si fondono perfettamente, ho avuto il piacere, passo dopo passo, di scoprire una vita ancora segreta, dove  solo pochi fortunati si sono addentrati in questa terra, purificando la loro anima inquinata dalla vita di tutti i giorni.

Io assieme alla nostra guida

Mustang: un tesoro nascosto

Il Mustang fino al 2008 è stato un piccolo reame al confine con il Tibet tra le montagne himalayane. Questo piccolo distretto nepalese è sconosciuto ai più; per pochi invece, è conosciuto come Regno di Lo. Durante questo viaggio andremo a scoprire svariati villaggi, inclusa la capitale Lo Manthang, dimora tuttora della ex famiglia reale del Regno di Lo.  

Pokhara! Si parte…

Questa cittadina nepalese è il punto di partenza dei più famosi trekking del Nepal. Pokhara è stata costruita sulle sponde di un lago che fa da custode al Peace Stupa, un monastero buddista situato su un crinale che circonda la valle di Pokhara. In attesa del volo del giorno dopo, abbiamo trascorso il pomeriggio salendo lungo il sentiero che parte dalle sponde del lago e raggiunge lo stupa.

binary comment

L’incanto della catena himalayana

Nelle giornate limpide da Pokhara si può ammirare la vista sulla catena himalayana: il Dhaulagiri, l’Annapurna, il Machapuchare fino al Manaslu.  Noi purtroppo non abbiamo la fortuna di poter assistere a questo spettacolo maestoso. Se amate la montagna e volete addentrarvi in questi luoghi –  oltre gli 8.000 m. sempre più in alto –  a un passo più vicino al cielo ma non ne  avete la possibilità, fatelo assieme a Nives Meroi. Il libro “Non ti farò aspettare” racconta la sua esperienza assieme al compagno Romano sugli 8.000 sparsi nel mondo. Domani si inizia il nostro trekking…ma questa è un’altra storia e presto sarà possibile leggerla qui.

Sono Alessandra, ho i viaggi nel sangue e la musica dentro di me! Scopri altre parti del mondo assieme a me. Clicca qui! 

Playlist

Not Afraid Eminem (In Mustang alla ricerca di Nuovi paesi, nuove scoperte!)

Seven Years in Tibet David Bowie (Misticismo nepalese)

Blissing me Bjork (Mustang: un tesoro nascosto)

Wonderful life Black (L’incanto della catena Himalayana)

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

error: Content is protected !!